chi siamo

Laboratorio per agenti dello sviluppo locale

La modalità d’azione fondamentale per la buona riuscita di progetti di sviluppo locale è lo sviluppo dal basso delle idee e dei progetti e la partecipazione delle comunità locali a questo importante ma complesso processo. Allo scopo diventano strategiche le risorse umane e le competenze che possono lavorare su queste tematiche attraverso un’azione forte e strutturata sul territorio di animazione territoriale.
L’agente di sviluppo locale si occupa di individuare all’interno del territorio, le risorse (umane, economiche, turistiche) a maggior potenziale di sviluppo, orientando l’attività dei singoli soggetti locali (imprese, associazioni, società) verso questi ambiti e fornendo la propria assistenza all’iniziativa.
Si tratta di una professionalità a rete, la cui competenza specifica risiede nella capacità di raccogliere informazioni, di divulgarle, di “mettere in rete” i diversi attori dello sviluppo presenti nel territorio.
In sintesi può essere definito come animatore territoriale, agitatore della domanda sociale e figura di manager dello sviluppo, con forti connotazioni sul versante del problem solving e del project management. I suoi compiti sono ampi e diversificati: dalla raccolta dell’idee progetto, al reperimento e alla programmazione delle risorse, alla gestione delle reti, del progetto e del suo monitoraggio.
In particolare gli agenti dello sviluppo locale devono essere in grado di:
● lavorare sul territorio a favore dello sviluppo locale, quindi come esperti del territorio sotto il profilo relazionale, socio-politico ed economico;
● essere project manager, capaci di gestire e integrare risorse (tecnologiche, normative, finanziarie, umane) orientandole strategicamente nell’ambito di processi e progetti;
● assumere come principio-guida l’approccio partenariale e dal basso e come riferimento principale lo sviluppo sostenibile inteso soprattutto come valorizzazione delle specificità locali;

● essere raccordo e riferimento per il territorio, riusciranno a leggerne i processi di cambiamento e le esigenze;
● cogliere le opportunità a sostegno degli obiettivi di sviluppo, creeranno condizioni ottimali per la promozione del territorio e la crescita delle sue competenze facendo leva proprio sulle peculiarità che lo contraddistinguono;
● costruire consenso e condivisione facendo leva su competenze relative alle dinamiche di leadership ed alla progettazione partecipativa;
● comunicare in lingua inglese.
Il laboratorio, curato da esperti del settore incaricati e coordinati dal C.S.F. srl in collaborazione per la parte linguistica con l’Ente di formazione professionale CENTRI LINGUISTICI CONSORZIATI (in sigla C.L.C.) S.c.p.A., prevede trenta incontri con cadenza settimanale per una durata complessiva di 80 ore.