Business Academy

Al termine del percorso formativo, sarà bandito un concorso per idee imprenditoriali rivolto a team di giovani fra i 16 e i 35 anni che hanno partecipato alla prima azione, ogni gruppo dovrà presentare un’idea di impresa che sarà giudicata in base alla capacità di produrre benefici in termini di sviluppo locale. I team di giovani partecipanti dovranno dimostrare di poter generare occupazione – in particolare giovanile -, promuovere la creazione di reti, generare impatto sociale, avere una connotazione tecnologica e essere scalabili, replicabili ed economicamente sostenibili. I progetti dovranno prevedere lo sviluppo di attività inserite in maniera specifica in una delle seguenti ambiti: Welfare culturale, Settore Agroalimentare e Sociale, e saranno finalizzati a promuovere lo sviluppo e la valorizzazione del territorio giuglianese e delle sue tipicità, e ad orientare l’economia locale verso forme d’impresa più attente alla comunità, al territorio e alla salvaguardia dell’ambiente.

Saranno selezionate le 5 migliori idee progettuali, valutate secondo i criteri definiti da uno specifico avviso pubblico. I gruppi e i singoli proponenti dei primi 5 progetti presentati avranno accesso ai servizi offerti dalla BUSINESS ACADEMY e beneficeranno di uno specifico percorso di accompagnamento che si divide in quattro moduli: education, inglese aziendale, training on the job e mentoring,

Tutti i giovani partecipanti all’incubatore “Business Academy” avranno accesso agli spazi messi a disposizione dall’Istituto d’istruzione superiore “G. MINZONI”, in qualità di partner del progetto e struttura comunale, e inoltre potranno utilizzare gli spazi messi a disposizione presso la Biblioteca comunale sita in via Verdi, che grazie agli acquisti di beni funzionali al progetto, quali arredi, pc e altre attrezzature necessarie a rendere funzionale e operativa la struttura comunale, che saranno realizzati grazie al presente intervento, sarà resa idonea per lo svolgimento di attività di Coworking assistito e autonomo.

Al termine del percorso formativo, ogni startup produrrà il proprio business plan; avrà inizio la seconda fase del concorso di idee, l’individuazione dei tre migliori business plan, per ciascuno dei quali sarà previsto un premio in denaro di €5.000. La valutazione sarà effettuata da una apposita commissione di esperti secondo i criteri indicati nell’avviso pubblico. Inoltre i giovani vincitori del premio, che vorranno intraprendere un’attività coerente con quanto sperimentato ed acquisito con le attività progettuali saranno accompagnati e guidati, attraverso attività di consulenza specialistica e di affiancamento, nella procedura per richiedere, attraverso il microcredito, un prestito a condizioni di assoluto vantaggio fino a € 25.000 messo a disposizione grazie al Fondo di garanzia istituito con DGR n. 345 del 06/07/2016. L’attività di tutoring, della durata di 30 ore, servirà inoltre a valutare ulteriormente altri strumenti di finanza agevolata (nazionali o regionali) utili agli investimenti che si renderanno necessari.